la Maremma è una zona prevalentemente agricola e turistica, si estende dal mare all’alta montagna, è un giardino naturale incontaminato, si caratterizza per un contesto climatico molto variabile. Ci sono vigneti ed oliveti.

.     

L’olivo è diffusissimo in tutto il territorio, raggiungendo l’alta collina, (con altitudini di 650 metri sul livello del mare). La varietà di climi, temperature, altitudini e terreni, unitamente alla molte varietà di olivi, determina una molteplice tipologia di oli, diversi tra loro nei sapori, nel fruttato e nei colori: si va dagli extra vergini eleganti dell’alta collina a quelli “forti” della pianura. Il territorio è caratterizzato dalla diversità del clima, ad esempio da un anticipo di maturazione di circa 10-15 giorni rispetto alle zone interne, ed è inoltre difficile che si verifichino danni da freddo ai frutti, consentendo così il prolungamento del periodo di raccolta. Gran parte della olivicoltura maremmana è tipica perché costituita in prevalenza da oliveti tradizionali posti su terreni marginali, di solito non irrigui, con pratiche di aridocoltura e con altri interventi di buona pratica agricola. Le coltivazioni sono costituite soprattutto da Frantoio, Moraiolo e Leccino queste varietà sono diffuse anche nel resto della Toscana. La raccolta, negli ultimi anni è più anticipata, da metà ottobre a fine novembre, con conseguente miglioramento della qualità degli oli.

Negli ultimi dieci anni i vigneti si stanno espandendo sempre di più sul territorio delle colline Metallifere della Maremma producendo ottimi vini come il rinomato Morellino di Scansano. La Strada del Vino e dei Sapori Colli di Maremma si trova nella provincia di Grosseto verso nord est, comprende tredici comuni dalla collina al mare fino al Monte Amiata, offre tradizioni, prodotti tipici e genuini, vini, oli, formaggi, salumi,i suoi fiori all’occhiello sono il Morellino di Scansano, il Bianco di Pitigliano, L’Ansonaca della Costa d’Argento, l’olio extra vergine d’oliva i.g.p. Toscano, il miele naturale dell’Azienda Fedeli.

Nel Parco dell’Uccellina, Parco naturale della Maremma protetto, si possono fare delle escursioni per vedere come prosperano in tranquillità animali selvatici e piante in un habitat tipico delle coste mediterranee.

In primavera ed autunno, durante i cicli migratori, si possono ammirare numerosi esemplari di anatre, garzette, aironi, trampolieri spostandoci più nell’interno possiamo notare rarità come falchi, gruccioni, fenicotteri, più difficilmente possiamo vedere caprioli, cinghiali, volpi, nutrie, lepri, porcospini, tassi, istrici, cavalli allo stato brado, le vacche Maremmane invece fanno da padrone sui prati vicino ai sentieri, ci sono delle bellissime querce e le querce da sughero, i pini, il pino nano, cespugli di rosmarino.